Costituzione eiam

Ente emanante
Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione Con il Sud, Enel Cuore Onlus, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Peppino Vismara

Dotazione finanziaria
Il budget a disposizione per il bando ammonta a € 2.900.000

Obiettivi
La finalità del bando è promuovere interventi multidimensionali di accompagnamento all’autonomia lavorativa e di vita che favoriscano l’inclusione sociale dei beneficiari.
Verranno sostenuti e accompagnati progetti in grado di sostenere i beneficiari, che non riescono ad accedere autonomamente al mercato del lavoro, attraverso percorsi personalizzati volti a sviluppare competenze e ad attivare capacità individuali al fine di raggiungere e mantenere autonomia lavorativa e di vita. Nello specifico, ai fini del presente bando, la componente relativa all’autonomia lavorativa – come più innanzi definita – ha un ruolo imprescindibile e prevalente nella strutturazione di percorsi di accoglienza dei beneficiari sostenibili nel lungo periodo. 
I progetti dovranno prevedere la collaborazione tra le organizzazioni del terzo settore e gli Enti pubblici, in particolare quelli impegnati in prima linea nella presa in carico dei minori.

Soggetti a cui si rivolge il Bando
Il bando si rivolge a partenariati pubblico-privati, composti da almeno tre soggetti senza scopo di lucro aventi una comprovata esperienza in materia di accoglienza e inclusione di minori e/o di migranti/richiedenti asilo.

Qualora gli Enti pubblici intendessero candidarsi come capofila dei progetti, gli stessi dovranno dimostrare di essersi già attivati in passato per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e di aver svolto un ruolo di guida e di coordinamento all’interno di partenariati pubblico-privati; nel porsi come facilitatori del rinnovamento del sistema, dovranno creare le condizioni perché quanto sperimentato con il progetto diventi regolare pratica di accoglienza dei minori garantendo effettiva sostenibilità dei processi promossi.

È ammissibile la presentazione di una sola proposta in qualità di capofila.

Gli enti capofila beneficiari di contributo nella prima edizione del Bando potranno partecipare esclusivamente in qualità di partner o come soggetti della rete territoriale.

Il partenariato dovrà essere fattivo e valorizzare i ruoli e le competenze di tutti gli enti promotori.

Destinatari
Si definiscono destinatari del presente bando ragazze e ragazzi di età compresa tra i 15 e i 21 anni, minori stranieri non accompagnati e neomaggiorenni, purché giunti in Italia come minori stranieri non accompagnati. Saranno previlegiati percorsi destinati a beneficiari la cui presa in carico, attraverso il progetto candidato al presente bando, avvenga prima del compimento della maggiore età.

Ciò intende rispondere alla presenza significativa di minori prossimi alla maggior età e al bisogno rilevato sui territori, di avere a disposizione tempi più lunghi per la realizzazione di percorsi di autonomia dei ragazzi. In particolare, il bando prediligerà percorsi che prevedano la partecipazione attiva dei ragazzi nella definizione del proprio progetto di vita e che sappiano massimizzare le risorse già messe a disposizione dei territori (finanziamenti locali, nazionali e internazionali, altre risorse non economiche espresse dai contesti locali).

Modalità di presentazione delle proposte di progetto
Le candidature a questo bando dovranno essere inviate entro il 7 settembre 2018 alle ore 17.00, secondo le modalità descritte nel documento “Guida alla presentazione”.

Informazioni
Per ulteriori chiarimenti, si prega di scrivere esclusivamente al seguente indirizzo email: [email protected]