Costituzione eiam

 

Nell'azione di governo del nuovo esecutivo uno dei punti cardine sarà la valorizzazione del patrimonio culturale, storico ed artistico italiano.

Sono convinta che oggi avremo finalmente, un cambio di paradigma: sviluppare la dimensione comunitaria dei beni culturali, avvicinare la loro fruizione alle collettività territoriali, portare la cultura nelle strade, nelle scuole, nelle piazze, lì dove i cittadini vivono quotidianamente.

Solo così si potrà uscire da una dimensione elitaria, "chiusa" ed esclusiva dell'esperienza culturale facendone finalmente un veicolo di crescita intellettuale, sociale ed economica dell'intera comunità nazionale.

La cultura è, infatti, una risorsa strategica fondamentale del nostro paese e per farne davvero un volano di sviluppo economico diffuso serve una visione aperta e innovativa, capace non solo di rilanciare i grandi siti storico-culturali già conosciuti e apprezzati da tutto il mondo ma anche di puntare sulla rete di innumerevoli capolavori e piccoli tesori, spesso non adeguatamente valorizzati e "sfruttati", diffusi sull'intero territorio nazionale.