Costituzione eiam

La pronuncia con cui la Corte Costituzionale ha sollecitato il Parlamento a varare una legge sul fine vita rappresenta una preziosa opportunità per la politica intera per dimostrare una matura sensibilità rispetto alla questione forse più delicata che possa esistere.

L’Italia ha il dovere di dotarsi finalmente di norme equilibrate, capaci di contemperare i diversi interessi costituzionali in gioco - diritto alla vita e libertà di autodeterminazione delle persone – evitando così che suoi cittadini siano costretti ad andare all’estero per realizzare una scelta liberamente assunta. Consapevole che non sarà facile, considerate la divisività della questione e l’eccesso di ideologismo che spesso condiziona la dialettica politica, il Parlamento ha il dovere di provarci, garantendo ai cittadini la possibilità di morire con dignità anche nel nostro Paese, nel rispetto di una decisione che nessuno può permettersi di giudicare o vietare.