Costituzione eiam

A.C. 1334-A

Ordine del Giorno 

La Camera,

 

premesso che:

 

all'art. 52 dell’A.C. 1334, legge di Bilancio 2019, titolato “equipe formative territoriali per il potenziamento di misure per l'innovazione didattica e digitale nelle scuole” prevede la costituzione di equipe formative territoriali per il potenziamento delle competenze degli studenti e per promuovere azioni di formazione del personale docente;

 

considerato che:

 

l’attività di potenziamento promuove il diritto allo studio, l’ampliamento dell’offerta formativa e l‘inclusione;

 

l’istituto del potenziamento di cui alla Legge 13 luglio 2015, n.107 ed in particolare, l'art. 1, commi 180 e 181, lettera e) è già vigente nelle altre classi di concorso mentre non ha trovato applicazione per la scuola dell’infanzia;

 

l'intero settore "zero sei" assume un prioritario carattere educativo, da cui deriva una funzione di impulso e coordinamento di carattere nazionale;

 

ritenuto, inoltre che:

 

il decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, individua come imprescindibile «l'Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni» e, in particolare, lo fa attraverso l'art. 12 comma 7. Considerato che lo stesso d.lgs. n. 65 del 13 aprile 2017 ha raccolto queste evidenze e orientato il sistema nella direzione di un potenziamento dei servizi per i bambini più piccoli;

 

il «Piano di azione nazionale pluriennale per la promozione del Sistema integrato di educazione e di istruzione di cui all'art. 8 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 ha definito per un triennio, la destinazione delle risorse disponibili per consolidare, ampliare e qualificare il Sistema integrato, nei limiti delle risorse del Fondo nazionale di cui all'art. 12 del decreto legislativo e in relazione alle ulteriori risorse messe a disposizione dagli altri enti interessati;

 

tenuto conto, altresì, che:

 

l’art. 12, co. 7, del d.lgs. 65/2017, ha previsto l’assegnazione alla scuola dell'infanzia statale di una quota parte (non quantificata) dell’organico di potenziamento definito dalla tabella 1 della L.107/2015;

 

la LEGGE 11 dicembre 2016, n. 232 Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e Bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019 all'art.1 comma 364 ha previsto che per il pubblico impiego sono complessivamente stanziati, per le finalità' di cui ai commi 365 e 366, 1.920,8 milioni di euro per l'anno 2017 e 2.633 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018;

 

il comma 366 prevede che per il concorso alle finalità' di cui al comma 364 del presente articolo, nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell’università e della ricerca, e' iscritto un fondo con una autonoma dotazione di 140 milioni di euro per l'anno 2017 e 400 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018, da destinare all'incremento dell'organico dell'autonomia di cui all'articolo 1, comma 201, della legge 13 luglio 2015, n. 107;

 

la Legge n. 107 /2015 prevede all'art. 1, comma 69 un ulteriore contingente di posti: All'esclusivo scopo di far fronte ad esigenze di personale “ulteriori rispetto a quelle soddisfatte dall'organico dell'autonomia come definite dalla presente legge, a decorrere dall'anno scolastico 2016/2017, ad esclusione dei posti di sostegno in deroga, nel caso di rilevazione delle inderogabili necessità' previste e disciplinate, in relazione ai vigenti ordinamenti didattici, dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n. 81, è costituito annualmente con decreto del Ministro dell'istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, un ulteriore contingente di posti non facenti parte dell'organico dell'autonomia né' disponibili, per il personale a tempo indeterminato, per operazioni di mobilità' o assunzioni in ruolo.”;

 

impegna il Governo:

 

1. a valutare l’opportunità di destinare opportuni finanziamenti al fine di consolidare, ampliare e qualificare il Sistema integrato di cui al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nei limiti delle risorse del Fondo nazionale di cui all'art. 12 del decreto legislativo e in relazione alle ulteriori risorse messe a disposizione dagli altri enti interessati;

2. a valutare l’opportunità di incrementare la qualità del servizio scolastico, attraverso il potenziamento dell’offerta formativa alla scuola dell’infanzia 

 

CASA