Le domande per la partecipazione al bando possono essere presentate entro il 30 ottobre

Per il 2019, un milione di euro per la costituzione di poli di biblioteche scolastiche. Questo l’oggetto del bando promosso dal Centro per il libro e la lettura d’intesa con la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale del Ministero dell’Istruzione. 

Il bando si rivolge alle istituzioni scolastiche ed educative, in qualità di capofila, costituite in rete con almeno altre quattro istituzioni scolastiche della stessa regione, che dispongano di biblioteche scolastiche innovative con attrezzature e strutture idonee. Possono essere coinvolti enti locali, biblioteche, associazioni, fondazioni, istituti della formazione superiore, centri provinciali per l’istruzione degli adulti, enti di ricerca, librerie e altri soggetti privati individuati nel rispetto dei principi di parità di trattamento, non discriminazione, libera concorrenza, trasparenza e proporzionalità.

Le proposte progettuali devono essere inoltrate dalla scuola capofila, entro il 30 ottobre 2019, tramite l’applicativo “Protocolli in rete”, disponibile sul sistema informativo SIDI del MIUR nell’Area Servizi Accessori.

VALUTAZIONE DEI PROGETTI

Un’apposita Commissione giudicatrice procederà alla valutazione delle proposte progettuali inviate entro la scadenza. La Commissione verrà nominata dopo la scadenza del termine per la presentazione delle istanze, dal Centro per il libro e la lettura, d’intesa con la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale del Miur. 

I progetti verranno valutati tenendo conto della qualità delle azioni proposte, in relazione alle finalità e alle linee di intervento del bando, con particolare riferimento allo sviluppo di attività di promozione del libro e della lettura sul territorio, anche attraverso l’apertura delle biblioteche del polo alla fruizione pubblica in orario extrascolastico, e messa in rete delle biblioteche scolastiche presenti nell’ambito di riferimento. Si guarderà poi alla qualità degli strumenti utilizzati, alla rilevanza e significatività della rete e del numero di biblioteche scolastiche proponenti e dei partner pubblici e privati, in particolare nel caso di reti di nuova costituzione.

Saranno valutate anche la capacità di coinvolgimento degli studenti beneficiari nelle attività previste, con particolare attenzione all’inclusione, le sinergie attivate con altri fondi e progetti di promozione del libro e della lettura a livello locale, regionale e nazionale. 

Terminato l’esame delle proposte, la Commissione redigerà una graduatoria per ciascuna Regione e a la trasmetterà per l’approvazione. Otterranno i finanziamenti i progetti classificati, presentati dai poli di biblioteche scolastiche, nelle prime posizioni utili di ciascuna graduatoria sulla base del numero massimo di proposte finanziabili.

PROGETTI FINANZIABILI

Il contributo massimo attribuibile a ciascun progetto è 50 mila euro. Nel limite delle risorse disponibili, potrà essere finanziato al massimo un progetto per ciascuna regione. Se per una regione non vi sia alcun progetto finanziabile, il finanziamento sarà attribuito al progetto presentato per altra regione, che abbia riportato in assoluto il punteggio più alto. 

Sono ammissibili le spese per acquisti di beni e attrezzature per la costituzione e/o il funzionamento del polo di biblioteche scolastiche, per il personale direttamente coinvolto nelle attività di promozione del libro e della lettura, per l’acquisizione di libri e testi, anche digitali, a disposizione della rete di scuole e delle altre scuole presenti sul territorio del polo, e le spese generali e organizzative.

>>SCARICA IL BANDO<<